Un Weekend a Londra

 

State programmando un weekend lungo e avete scelto come meta la magnetica Londra?

London

Vi propongo tre itinerari per vivere al meglio questa affascinante e movimentata capitale avendo a disposizione solo tre giorni.

Londra è talmente grande che ovviamente è impensabile poter vedere tutto in poco tempo, ma per non farsi prendere dall’euforia del momento, rischiando di girare senza meta, è bene organizzare in anticipo programma e itinerari.

Ho appena trascorso tre giorni a Londra e vi propongo i percorsi che mi hanno portato alla scoperta della città e dei miei quartieri preferiti.

Il mio punto di partenza è stato Queensway, sulla Central Line, un bel quartiere che costeggia Hyde Park, ad una sola fermata da Notting Hill e a sole due fermate da Oxford Circus. E’ un punto strategico per girare tutto il centro di Londra e muoversi con facilità con metro e bus.

1° Itinerario: Il Cuore della City

Partendo da Queensway ho preso il bus n.94 in direzione di Piccadilly Circus fermandomi a Marble Arch. Da lì sono entrata nel meraviglioso Hyde Park.

Hyde Park
Hyde Park

Vi consiglio assolotumente di provare l’esperienza di attraversare il parco in bici, infatti proprio da Marble Arch è possibile noleggiare una bici a pochi Pound e vivere l’ebrezza di una bella passeggiata. Proprio al centro del parco c’è un lago artificiale sempre popolato da numerose anatre e cigni, sostate per un pic-nic o per una bella foto ricordo!

Hyde Park
Hyde Park

Attraversato tutto il parco vi ritroverete nel quartiere di Hyde Park Corner, lì potete decidere di riconsegnare le bici e recarvi a piedi a Knightsbridge, dove una capatina da Harrods è d’obbligo!

Proseguendo, anche a piedi volendo, arrivate a South Kensington, nella Cromwell Road, la zona dei musei. Lì potete visitare Il Museo di Storia Naturale , il Museo Della Scienza e il Victoria and Albert Museum. L’ingresso è gratuito anche se per accedere ad alcune stanze è necessario pagare.

Museo di Storia Naturale

Come ultima tappa della gioranta vi potete dirigere a Westminster, che dista solo tre fermate sulla linea verde da South Kensigton. Come non ammirare e immortalare due monumenti iconici della capitale Londinese: L’abbazia di Westminister, patrimonio dell’umanità Unesco, e il celebre campanile Big Ben, soprannome della campana più grande dell’orologio della torre all’angolo nord-est del palazzo di Westminster.

Westminster
Big Ben

Davanti a voi anche il Tamigi dove dalla sponda opposta non potete non accorgervi della London Eye, con i suoi 135 metri di altezza, si aggiudica il primato di ruota panoramica più alta d’Europa.

Vista dalla London Eye
London Eye

Infine si rientra alla base prendendo la linea grigia fino a Bond Street, cambiando sulla rossa, e scendendo nuovamente a Queensway.

2° Itinerario:  A Nord della Città

Nuovamente partendo da Queensway, questa volta mi dirigo sulla Northen Line, alla scoperta di uno dei miei quartieri preferiti in assoluto: Camden Town.

Camden Town

Vi consiglio assolutamente di visitare quasta magnifica zona Londinese; prendetevi una mezza giornata per visitare i 4 mercati di Camden Town: le bancarelle dello Stables Market sono allestite negli edifici delle ex scuderie reali, quelli di Camden Lock tra i ponticelli e gli altri due direttamente sul corso principale. Impossibile non trovare nemmeno una curiosità tra gli stravaganti oggetti in vendita. Fermatevi a pranzo direttamente nel mercato di Street Food, potrete assaggiare specialità provenienti da tutto il mondo.

Mercato di Street Food a Camden Town
Camden town
Mercato di Camden town

Dopo pranzo proseguite ancora più a Nord, a due passi dalla movimentata Camden Town, dove troverete il quartirere di Primrose Hill, il cui nome evoca distese di primule primaverili, proprio quelle che ricoprono la collina all’estremo nord di Regent’s Park.

Primrose hill

Vi lascerate alle spalle il clamore dei mercati di Camden, passeggiando tra le belle casette in mattoni tipicamente inglesi, cafè e negozi. Attraversate il parco a piedi e fermatevi ad ammirare la vista su tutta la città in lontanza.

Londra in lontananza, vista da Primrose hill.

Con un veloce spostamento in metropolitana, fermatevi nella rinnovata stazione di King’s Cross, dove gli appassionati di Harry Potter potranno vedere il famoso binario 9 3/4 🙂 A due passi dalla stazione ci sono i Giardini di St Pancreas, che ospitano una delle chiese più antiche di Londra, oltre ad un vecchio cimitero.

In serata riscendete verso il West End e concludete l’itinerario nel coloratissimo quartiere di Chinatown. Soprattutto all’ora di cena, troverete all you can eat di tutti i gusti e prezzi e ristoranti orientali a perdita d’occhio.

Porta di ingresso a China Town

Infine da lì si raggiunge in pochi minuti a piedi Piccadilly Circus, e con il bus n.94 in 15 minuti sono di nuovo in Hotel.

Piccadilly Circus

3° Itinerario: Nuova Vita a Sud del Tamigi

L’ultimo giorno lo dedico alla scoperta della zona a sud della città, ma la prima tappa è Tower Bridge, l’iconico ponte levatoio, costruito alla fine dell’Ottocento e diventato uno dei simboli di Londra. Una volta attraversato, potete godervi una passaggiata lungo il Tamigi ammirando lo skyline della City dalla sponda Sud.

La City

Troverete attraccata la HMS Belsfat, una nave da guerra utilizzata durante lo sbarco in Normandia. Oggi è stata trasformata in un museo militare.

London Bridge

Proprio dietro di voi impossibile non vedere lo Shard, la piramide in vetro progettata da Renzo Piano, inaugurato nel 2013. Con i suoi 310 metri di altezza è il grattacielo più altro d’Europa: 87 piani e una terrazza panoramica con una vista a 360 gradi sulla città.

Lo Shard

Continuando la passeggiata lungo il Tamigi troverete lussosi cafè e ristoranti e la Hay’s Galleria, una piazza coperta ricavata dai vecchi magazzini dove attraccavano i carichi di tè, oggi sede di numerosi negozi.

A piedi, in pochi minuti, potete raggiungere un’altro dei miei luoghi preferiti: il Borough Market, il vecchio mercato alimentare sotto ai viadotti ferroviari, oggi diventato un mercato alla moda per degustazioni e shopping di prodotti gourmet.

Borough market, London
Street Food al Borough Market

A questo punto non rimane che preparare la valigia e partire per la entusiasmante Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *